0
0
0
s2smodern

CIVITANOVA MARCHE: un altro passo verso la VETTA

Cliquer ici pour la version en français

Essendo la punta avanzata della pedagogia per la formazione e l'allenamento dei nuotatori, la pedagogia dell'azione riunisce soltanto un piccolo gruppo di persone implicate nel processo di formazione dei nuotatori fino al più alto livello.

b_320_241_16777215_00_images_oziogallery3_foto_civ1.jpg

Si tratta di una storia affatto banale quella che ha permesso alla città di Civitanova di avere delle notevoli strutture per l'attività natatoria. In effetti, il Conte Carlo SABATUCCI ha donato il suo terreno perché vi si costruisse questa piscina. La sua semplice presenza costituisce una prova di quanto egli ci tenga alla salute di tutti; ci ha fatto l'onore di ospitare lo stage e la sua prestanza a 92 anni testimonia i benefici di una pratica sportiva regolare associata all'igiene di vita da lui stesso consigliata. La presidente della società sportiva Antonella CITARELLA, già presente agli stage di Conegliano nel 1988, adepta della pedagogia dell'azione, ha ricevuto con estremo piacere l'insieme dei partecipanti ansiosi di vivere le prime sedute.

Oltre ai nuovi partecipanti attirati dall'efficacia delle procedure, questo incontro aveva la particolarità di riunire la maggior parte degli innovatori che hanno organizzato stage o situazioni di formazione per tecnici basate sulla pratica vissuta e analizzata: G. Salvadori a Mestre e poi a Conegliano, L. Alivernini a Velletri, D. Armelao a Borgo-Valsugana, F. Rebesco a Mirano ai quali si è aggiunto D. Bouchet responsabile di tutti i seminari di Dinard. Con la notevole organizzazione fornita da Mauro Antonini nei luoghi dove aveva esercitato la sua attività ed aveva sviluppato il progetto di una piscina funzionale di otto corsie che si aggiungono ad una vasca più piccola dove si è svolta la seduta riservata ai bebè come introduzione allo stage, abbiamo approfittato di condizioni ideali.

La possibilità di avere sul posto uno sala equipaggiata per la parte teorica ed uno spazio piacevole dove consumare i pasti di mezzogiorno ci ha fatto guadagnare molto tempo. La ripartizione equilibrata dell'alternanza tra momenti in piscina e poi in aula ha molto contribuito all'efficacia dello stage.

b_306_230_16777215_00_images_oziogallery3_foto_civ2.jpg

La presenza significativa del gruppo di Dinard: D. Bouchet, L. Moal, M.F. Noilhan, ai quali si sono aggiunti PH. Fontaine e J.C. Sarnin, che esercitano la loro attività in Svizzera, ha arricchito gli scambi, per nulla disturbati dai problemi di lingua.

Lungi dal costituire "una ripetizione", l'assommarsi degli stage favorisce la (ri)strutturazione del pensiero, la chiarificazione dei concetti e l'integrazione di innovazioni al servizio di una pratica sempre più consapevole e più efficace.

b_345_260_16777215_00_images_oziogallery3_foto_civ3.jpg

L'ultima seduta di allenamento non ha trascurato di dedicare un certo tempo all'inversione dei ruoli: i nuotatori hanno organizzano e animato una seduta di allenamento durante in cui avevano il compito di far progredire gli allenatori.

Il gruppo dei più giovani è stato al gioco dando prova di una bella maturità, hanno scritto prima il contenuto della seduta e hanno controllato l'esattezza dell'esecuzione muovendosi sul bordo vasca e dando molti consigli.

In conclusione, uno stage molto apprezzato da tutti con il desiderio di ritrovarsi l'anno prossimo!

raymond

 

Add comment


Security code
Refresh

0
0
0
s2smodern
   

Login Form